Giocatore uno: album autoprodotto nel 1998 – 11 brani.

Questo album, in cui la sperimentazione e il gioco prevalgono, rappresenta il “Giocatore della vita”. Il divertimento ma anche il saper mettersi in gioco, pronti in ogni momento a perdere tutto e ricominciare da capo, rendendosi conto che niente a questo mondo è serio. Tutto si può fare in questo gioco le regole e i limiti li imponiamo noi, io sono pronto e mi sono finalmente iscritto a questo grande festival del divertimento e tu sei pronto a giocare?
“Chi vorreste incontrare sul sentiero? Un maestro? Una qualche divinità? Un extraterrestre? Una leggiadra fanciulla? Un baldo cavaliere? Un paesaggio incantevole? Io vorrei incontrarmi. Perché so che entrando dentro di me trovo tutto questo. L’incontro con il tutto è proprio lì dentro ad ognuno di noi così vicino ma così irraggiungibile. Il  canto della natura è il collante che unisce la lega umana all’universo in un orgasmo di suoni, senza fine e principio. Quale è la frequenza della terra? La frequenza primordiale? La nostra madre terra attraverso la sua protofrequenza ci parla ci ispira ci incanta. Adesso giocatore numero uno è il tuo turno. E veramente ora che ti svegli e cominci a vivere, giocandoti i talenti che ti sono stati affidati. Non entrare in paranoia è solo un gioco in cui non ci sono né vinti né vincitori, ma dal quale non puoi estraniarti esso fa parte di te. Arrenditi quindi all’evidenza rilassati e goditi la partita.”

[ VIPAL 1998 ]    [ LE ALTRE COSE 1999 ]    [ B SIDE 2000 ]    [ CHILE 2001 ]      [ PAESAGGIO ITALIANO 2003 ]